ATELIER COMPROF 2001

/, TUTTI/ATELIER COMPROF 2001

Categoria:,

Costruire un luogo di rappresentanza per una azienda giovane e dinamica che avesse delle caratteristiche singolari e diventasse luogo simbolo, queste le richieste della committenza che, con coraggio e lungimiranza, accettarono l’idea progettuale. Il progetto fortemente caratterizzato dalla regolarità dell’involucro esistente, consistente nella geometria regolare scaturita da più capannoni industriali contigui, ha puntato ad ottenere un equilibrio interno che dia delle sensazioni diverse rispetto al luogo esistente, che si tramuti, una volta entrati, in un esperienza ben più lontana rispetto alla vocazione puramente commerciale del CIS di Nola.

La sala riunioni, ad esempio, che solletica nell’immaginario l’attitudine antigravitazionale, è l’elemento architettonico maggiormente costretto dall’involucro. Sorretta da due telai d’acciaio rivestiti, domina lo spazio della sala centrale essendone al tempo stesso gravata, la scocca in pannelli di dibond, aventi spessore di 2mm, si contrappone matericamente al tono neutro del soffitto prefabbricato del capannone industriale.

L’ampia reception viene caratterizzata oltre che dalla presenza della suddetta sala riunione dalla deframmentazione delle pareti laterali sino a formare una rottura visiva del continuo lineare e liscio dei muri in cemento mediante l’intersezione di varie forme geometriche, rettangoli, trapezi e triangoli, con l’accostamento di numerose variabili cromate.

Le sale tecniche e le sale di rappresentazione creano la funzione di tale costruito, accostando al concetto di luogo simbolo quello di luogo funzionale.

linea-gallery

GALLERY